fbpx

Marca 2018 cresce ancora: verso nuovi mercati

Scritto il Gennaio 18, 2018 da
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Oggi siamo partiti alla volta di una delle Fiere più conosciute e di gran successo in Italia. Zaino in spalla, moleskine in mano, macchina fotografica al collo e in testa la consapevolezza di trovarci dinnanzi alle insegne più importanti della DMO, oltre 500 aziende con prodotti a marca del distributore, arricchito da convegni, workshop e mostre. 

Da ieri è incominciata “Marca” di Bologna e i numeri parlano chiaro:  fiera di successo nel panorama italiano, la più importante tra le fiere di settore MDD, come testimoniano i numeri delle edizioni precedenti. E’ il secondo evento per importanza in Europa e fra i primi a livello mondiale.

Le aspettative pertanto sono alte e non vengono disattese se parliamo dell’organizzazione a cura di Bologna Fiere che appare attenta e scrupolosa. Realizzata in collaborazione con ADM (Associazione della Distribuzione Moderna), ci troviamo ad una delle fiere più innovative e più moderne nel panorama italiano. Da quest’anno, per la prima volta, è disponibile scaricare gratuitamente l’APP dell’evento, molto utile per consultare gli oltre 190 prodotti, novità del 2018, presentati dalle Aziende Espositrici e la mappa dei settori merceologici, che dà la possibilità di ricercare i sotto settori merceologici e localizzare gli espositori. Possiamo dire finalmente “addio alla mappa cartacea” anche se per gli affezionati è sempre disponibile qualche “copia di scorta”. In ambito fieristico non stiamo parlando di una vera e propria innovazione, già in passato abbiamo apprezzato l’iniziativa di altri organizzatori, come la “Fiera del Levante” di pochi anni fa, campionaria del Sud Italia ed epicentro del mercato del mezzogiorno, o la “Fiera Didacta Italia” a Firenze del Settembre scorso.

Insomma, diciamola tutta, per metterci alla pari con il resto del mondo anche le Fiere devono investire sull’immagine e su un’ottima comunicazione, considerato il pubblico in crescita dall’estero attratto dal made in Italy.

A proposito di “mondo”, il  Comitato Tecnico Scientifico di Marca, costituito dalle più importanti Insegne della GDO e della DO, ha visto l’ingresso di una etichetta tedesca, la REWE Group mentre per accrescere il mercato italiano si inserisce il Consorzio C3.

Presenti in fiera, oltre alle maggiori insegne della DMO, una forte rappresentanza internazionale con 367 buyer e delegazioni ufficiali provenienti da più di 30 Paesi di tutto il mondo, impegnati in incontri b2b con le aziende espositrici interessate ad esportare i propri prodotti food e non-food nei mercati esteri.

Nel convegno inaugurale, tenutosi ieri 17 Gennaio, sono stati diffusi i numeri relativi al mercato dei prodotti a marca del distributore, che hanno per la prima volta superato i 10Miliardi di ricavi, con un trend di crescita costante.

Mentre camminiamo lungo i corridoi della Fiera percepiamo dunque l’ottimismo degli addetti ai lavori, in costante aggiornamento per andare sempre incontro alle reali esigenze dei consumatori.

Marca 2018 si indirizza verso quella che secondo noi è la prospettiva che ci auguriamo di trovare all’interno dell’universo fieristico del domani: innovazione, organizzazione e comunicazione.

Articoli correlati
GuidaExpo è una iniziativa privata.
Se ti piace il nostro lavoro,
contribuisci con una donazione libera.