fbpx

Fruit Exhibition diventa virtuale: la fiera dell’editoria artistica indipendente si sposta online

Scritto il Aprile 20, 2020 da
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su whatsapp

La fiera dell’editoria d’arte indipendente non rinuncia a dare visibvilità ai sui espositori e permettere agli appassionati di seguire gli sviluppi della ricerca sperimentale. Si sposta quindi sul web a partire dal 20 aprile.

Nell’incertezza generale che aleggia in tutto il mondo a causa dell’emergenza sanitaria, ogni realtà sta cercando di perseguire i proprio obiettivi reinventandosi sul web. Nel mondo dell’arte ci sono dimensioni che hanno trovato soluzioni efficaci, anche se non potranno protrarsi a lungo nel tempo, come i musei o le gallerie che hanno spostato i loro servizi online (con inevitabili perdite economiche e nel servizio), e altre che le cui sorti rimangono ancora fumose e sospese. Tra queste ci sono sicuramente le fiere, che per definizione si configurano come luogo di incontro e scambio capace di accogliere migliaia di persone nei suoi spazi.

È il caso, per esempio, di Fruit Exhibition, fiera dell’editoria d’arte indipendente (quest’anno inizialmente prevista dal 29 al 31 maggio a Bologna), che in soli tre giorni di evento attira solitamente 6.000 visitatori. Per garantire visibilità ai suoi espositori e agli appassionati di seguire i risultati della ricerca libera e sperimentale condotta dall’avanguardia editoriale in campo artistico, la fiera ha ideato una valida alternativa alla classica esperienza fieristica.

Dal 20 aprile 2020 tramite l’applicazione Zoom, ogni espositore avrà a disposizione una piattaforma digitale su cui presentare il proprio progetto editoriale e aprire un canale di vendita diretta al proprio shop virtuale. Gli incontri, aperti al pubblico secondo un calendario presto disponibile sul sito di Fruit Exhibition, saranno trasmessi anche in diretta Facebook e disponibili nei giorni successivi sul canale Youtube.

Per gli aspiranti espositori, italiani e internazionali, è ancora possibile proporre la propria candidatura, dal momento che il calendario degli incontri potrà prolungarsi potenzialmente fino a giugno 2020.

Hanno già aderito a Fruit Exhibition:  5x letterpress  (IT) /  Archivio  (IT) /  Anteferma Edizioni  (IT) /  BEKKO  (IT) /  Marta Bianchi – Andreina Bochicchio  (IT) /  Biblohaus  (IT) /  Blow Up Press  (PL) /  Checco Frongia  (IT) /  El Dorado  (ES) /  Giada Fuccelli  (IT) /  Illustation.it  (IT) /  ISIT.magazine  (IT) /  KABUL magazine  (IT) /  Libri Finti Cladestini  (IT) /  Le palle.it  (IT) /  Lök Zine  (FR/IT) /  Maison Trouvée  (FR) /  Mulieris Magazine  (IT) /  Numero Cromatico  (IT) /  Panteon magazine  (IT) /  Point.51  (UK) /  Suren Hash (MN) /  Terra Project  (IT) /  The Eriskay Connection  (NL) / Virginia Viapiano (IT).

Fonte: https://artslife.com/

Articoli correlati
GuidaExpo è una iniziativa privata.
Se ti piace il nostro lavoro,
contribuisci con una donazione libera.